You are here
Pokémon Let’s Go: cosa ne pensa Team Battle? – Le Catture Pokemon Go Pokemon Let's go Recensioni Slider 

Pokémon Let’s Go: cosa ne pensa Team Battle? – Le Catture

Recensione e pensieri riguardo Pokémon Let’s Go

Ad un paio di settimane dall’uscita di Pokémon Let’s Go possiamo iniziare a darvi i nostri pareri.
Cosa ci piace e cosa non ci piace nello specifico?

Sara Park

Mi piace il poter lanciare la Pokéball come un vero allenatore.
Insomma, è stato (penso) il sogno di ogni mio coetaneo per tutto l’arco della nostra infanzia.
Proprio per questo correvamo in edicola la Domenica mattina, per poter comprare le Pokéball con all’interno caramelle e (rullo di tamburi) un Pokémon da collezione, solo per poter vivere la gioia di lanciare una Pokéball e trovarvi all’interno un compagno di avventure.

Di fatti, con grosso disappunto da parte di mia madre, mi divertivo a lanciare ininterrottamente le Pokéball contro il divano urlando “Pikachu, scelgo te!”.
Sì, volevo sempre “Pikachu”. Il mio sogno era avere un Pikachu a cui poter dare una bellissima pietratuono.

Tornando a noi… È troppo bello poter sentire la Pokéball plus vibrare, illuminarsi di giallo per poi illuminarsi di verde ed emettere il verso del Pokémon catturato.
Ti immedesima tantissimo nel gioco, sempre che si riesca ancora a guardare il mondo con gli occhi sognanti di un bambino.
Meno coinvolgente è la modalità di cattura con il Joycon peró comunque valida.
Molto utile ai fini della cattura è l’indicatore che ritroviamo anche su Pokémon Go.
Parlo ovviamente del cerchio che troviamo attorno al Pokémon nella schermata di cattura.
Se il cerchio sarà verde come sappiamo la cattura sarà semplice, se giallo sarà di media difficoltà mentre se sarà rosso la cattura sarà complicata.
Per semplificarci la vita, come in Pokémon Go, abbiamo due possibilità: possiamo fare un tiro eccellente o dare una bacca al Pokémon cosicché distenda i nervi.

La parte dolente, invece, è la mancanza della modalità di combattimento precedente alla cattura.
Il sistema di incontro con i Pokémon selvatici è, come sappiamo, ben diverso da quello dei classici giochi Pokémon ai quali siamo abituati, ma non per questo dobbiamo averne paura o disprezzarlo nella sua interezza.

Purtroppo essendo cresciuta con i giochi Pokémon continuo a rimanere fedele alle modalità di combattimento trovate nei giochi Pokémon fin dal lontano 2001 (prima volta in cui ho giocato a Pokémon Rosso) peró continuo a considerare più che valido il metodo di cattura attuato nell’ultimo gioco mostrato al pubblico da The Pokémon Company, soprattutto se messo in pratica con l’utilizzo della Pokéball Plus.

Le mie considerazioni finali sono:
Se implementassero la vecchia modalità di combattimento affiancandola alla nuova modalità di cattura (tipica di Pokémon Go) avremmo un gioco che farebbe Jackpot al 100% (tranne per qualche piccolo lag che in questo momento non ci riguarda).
Voto modalità di cattura: 8.5

Filippo Ragazzi

Pokémon Let’s Go, anche se dichiarato uno dei giochi della saga principale, è tuttavia, secondo me, un gioco innovativo (per le funzionalità), ma che fa storia a sè.
E’ stato creato con l’intento di riavvicinare i nostalgici di Kanto, i tanti allenatori persi lungo il percorso di oltre 20 anni di giochi Pokémon e trascinarsi dietro i nuovi allenatori “guadagnati” dal boom di Pokémon GO.

Come ogni gioco Pokémon è cosa buona e giusta che all’interno ci siano intrecci di trama ed indizi per i futuri giochi della serie principale, ma è con l’ottica del gioco senza eccessive pretese di lore che farò le mie considerazioni.

Le catture sono l’aspetto che contraddistingue maggiormente il nuovo titolo Pokémon dai precedenti:

lo stile di cattura e lo stile di incontro dei mostriciattoli selvatici cambiano totalmente; il lancio manuale della Pokéball è un aspetto interessantissimo che immedesima ancora di più il giocatore nella cattura.

L’ansia che essa genera se la cattura non è immediata, l’aspettare lo spawn del mostriciattolo desiderato, la comparsa di un Pokémon shiny e la paura che esso scappi, sono tutti nuovi aspetti innovativi portati da Let’s Go su console ibrida.

L’utilizzo delle bacche per facilitare la cattura e i cerchi intorno al Pokémon da catturare sono dinamiche importate dal videogioco per dispositivi mobile, ideato e sviluppato dalla società statunitense Niantic, Pokémon GO.

Come tutti i fans Pokémon di vecchia data, mi schiero anche io però dalla parte di chi preferisce il vecchio sistema di combattimento con i selvatici. Sono assolutamente a favore della fase di cattura con lancio manuale della Pokéball (coinvolge tantissimo il giocatore!), ma l’indebolimento del Pokémon selvatico per facilitarne la cattura (sostituito su Let’s GO dall’utilizzo delle bacche) è per molti un mostro sacro.

Trovo stupenda la nuova meccanica di spawn dei Pokémon: così si possono ricercare i mostriciattoli che ci servono senza perdere ulteriore tempo e permette di godersi le ambientazioni.

Qualche problema della Pokéball Plus in alcuni lanci, ma di questo ne parleremo in un articolo dedicato.

Le mie considerazioni finali sono:

gioco carino e sistema di cattura fantastico: il punto forte di questo gioco.

Se affiancata alla cattura ci fosse la vecchia fase di combattimento col selvatico probabilmente il voto sarebbe 10.

Se il filone (a mio parere spinoff) di Let’s Go in futuro continuerà con nuovi titoli, mi aspetterei l’inserimento di questa importantissima e clamorosamente abbandonata funzione.

Voto modalità di cattura: 8

 

Voi cosa ne pensate delle catture su Pokémon Let’s Go Pikachu ed Eevee?

Siete d’accordo con le nostre considerazioni?

Fatecelo sapere con un commento sulle nostre pagine social Facebook ed Instagram!

Se volete partecipare anche voi alla recensione, inviateci il vostro parere per messaggio privato alla nostra pagina Facebook Pokèmon Team Battle e noi la inseriremo nell’articolo!

 

Filippo Ragazzi

Related posts

-->